Psicologia forense

Cos'è una Consulenza di Parte?

Nel caso in cui ci si trovasse coinvolti in un procedimento giudiziario, nominare un proprio consulente di parte può aiutare a gestire il delicato processo giudiziario. Il ruolo del consulente di parte (CTP) è di fondamentale importanza nei casi di separazione coniugale in cui è coinvolto l'affidamento dei figli, nei casi di risarcimento per danno biologico o di accuse per  alcuni reati punibili penalmente (ad esempio reati sessuali o omicidio).

Se il Giudice nomina un proprio consulente (Consulente d'Ufficio se siamo in abito civile e Perito se si tratta invece di ambito penale) per valutare aspetti di pertinenza psicologica o psichiatrica importanti ai fini della sua decisione, le parti in causa possono a loro volta nominare un proprio consulente, il CTP appunto, il cui compito è assistere agli incontri peritali condotti dal Consulente del Giudice rappresentando le istanze della parte che lo ha incaricato, assicurandosi che la perizia o consulenza venga svolta in maniera corretta ed imparziale.

Nel caso in cui il CTP ravvisasse degli errori metodologici o valutativi nella relazione del CTU o del Perito, o che non sono stati presi in considerazione rilevanti elementi emersi durante gli incontri peritali, con detrimento del proprio cliente, redige una relazione critica in modo da porre in evidenza al Giudice una tesi diversa o rivista di quella cui è giunto il CTU, per garantire al proprio cliente che tutti gli elementi a suo favore siano presi in debita considerazione.